Il Rally in Costa Smeralda Sardegna è un raffinato e importante progetto di Marketing territoriale, articolato su più fronti: oltre alla sua valenza sportiva, gratificata dalla bellezza dei percorsi proposti agli equipaggi in gara e al pubblico di appassionati, il progetto   si rivolge anche ai giovani.

 

 La perfetta sintonia di intenti ha riunito intorno all’idea il Provveditorato agli Studi di Sassari, la Capitaneria di Porto di Olbia, il Rally in Costa Smeralda e l’associazione Drink or Drive.

Troppi giovani si avvicinano al mondo nei motori in modo inconsapevole, senza avere ben chiara l’importanza e la pericolosità dei propri gesti quando l’allegria di una sera prende il sopravvento, facendo superare i limiti del consentito in fatto di alcool. L’osservazione dei ragazzi all’interno di un pub ha fatto si che il giovane Nicolò Malfatti, qualche anno fa, ipotizzasse la nascita di Drink or Drive. Troppo alcool  e la inconsapevole  diffusa convinzione  di essere invincibili, hanno fatto nascere nel giovane Nicolò, il desiderio di fare qualcosa per i suoi coetanei. Coinvolgere il genitore, Andrea Malfatti, è stato il passo seguente, nella convinzione che solo la simulazione di una guida sotto l’effetto dell’alcool potesse far capire quanti inutili rischi si corrono. La tecnologia  ha aiutato l’intuizione, così,grazie ad un particolare visore,  i ragazzi possono mettersi alla guida vedendo ciò che vede un ubriaco. Drink or Drive, arriva in Sardegna e trova nel Rally in Costa Smeralda Sardegna la migliore base di partenza , nel Provveditore agli studi di Sassari, la prof. Anna Massenti  il miglior alleato .  Prende corpo così un progetto, che  in questa fase riguarderà gli studenti dei licei di Olbia, Palau, Arzachena e la Maddalena e che, a breve ,coinvolgerà gli istituti di tutto il nord dell’isola.

 

Il parco Chiuso del Rally in Costa Smeralda , ad Arzachena,nei giorni di gara dal 28 al 30 settembre,  sarà il luogo deputato alle prove in auto per gli studenti e per tutti coloro che vorranno tentare, gratuitamente, per capire come cambia l’approccio sia con il mezzo che con la strada, quando si è ” alzato il gomito ” .  La collaborazione con le scuole a cura della Prof. Maria Antonietta Sanna, delegata alla cura di questo tipo di attività in ambito scolastico per il Provveditorato agli studi di Sassari, ha visto la stretta collaborazione del Comandante Trogu della Capitaneria di Porto di Olbia e della Great Event ,organizzatore dell’evento.

  L’associazione Drink or Drive, oltre che girare l ‘Italia con questo tipo di attività, ha realizzato anche una App:  ” Sono Sobrio”. Grazie a questo strumento veloce e ormai alla portata di  tutti , è facile  calcolare il proprio tasso alcolico prima di mettersi alla guida. Il lavoro di promozione del progetto, con il coinvolgimento diretto dei ragazzi, spesso apatici di fronte ai “soliti discorsi “su ciò che non si fa, in questi anni ha dato risultati insperati, facendo  provare ad ogni giovane la pericolosità di una guida non lucida. La prova al fianco degli uomini dell’Associazione Drink or Drive, dura  un minuto, sufficiente per capire e forse salvare la vita, scegliendo consapevolmente, abitudini diverse.

Maria Pintore

Ufficio Stampa Rally in Costa Smeralda 2017